© 2018 by Valentina Zanclea Cannaò.

Fanno parte di questo ciclo le due grandi opere “Le esequie della Luna” e “Lunaria”, la prima ispirata all’opera di Lucio Piccolo, la seconda a quella di Vincenzo Consolo. Iconograficamente le due opere e tutti gli studi su carta e su tela preparatori a queste due grandi tele traggono ispirazione dai mostri di villa Palagonia. I mostri che popolano questi quadri sono gli stessi che stanno a guardia della magnifica villa di Bagheria: quelli di “Lunaria” come complici testimoni della follia degli uomini di fronte alla luna che cade in mille pezzi ai loro piedi; quelli delle “Esequie” sotto i raggi benevoli della luna avvertono i viandanti dei pericoli che la notte nasconde, vigilano e un po’ ci amano, anche per la nostra inadeguatezza.

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now